(Articolo originale su ilfaroonline.it)

di Giulio Mancini

Ostia – Criminologia ai massimi livelli l’altra sera sulla spiaggia dello stabilimento “Le Dune dove Roberta Bruzzone ha presentato il suo volume “Delitti allo specchio” sugli omicidi di Chiara Poggi e Meredith Kercher. E ad assistere all’incontro anche un ospite d’eccezione, l’ex capo della Divisione Distrettuale Antimafia di Roma nonché procuratore aggiunto Giancarlo Capaldo.

Un pubblico partecipe e attento, sabato 14 luglio ha seguito con attenzione le quasi due ore di incontro con la criminologa Roberta Bruzzone invitata a “Libri in spiaggia per lettori d’amare”, la rassegna  estiva di presentazione di volumi allestita dall’associazione “Incontri d’autore a Ostia” di Sabrina Deligia e Terry D’Antoni. Roberta Bruzzone, psicologo forense e criminologo investigativo, consulente giudiziaria dei principali casi su fatti di sangue degli ultimi anni, ha incantato la platea raccontando gli aspetti più controversi degli omicidi di Chiara Poggi e di Meredith Kercher, rappresentandone il percorso giudiziario e le incongruenze investigative.

Bruzzone ha poi risposto ai quesiti posti dal pubblico, dal narcisista violento al movente che può attivare un omicida alla banca dati per uso forense del Dna alle più aggiornate procedure da adottare sulla scena del delitto come il crime tour in 3D.  La criminologa, che cura la didattica del Corso di alta Formazione presso l’Accademia Internazionale di Scienze forensi AISF di Roma, per modestia e riservatezza non ha sottolineato una presenza estremamente qualificata nel pubblico, quella dell’ex capo della DDA nonché procuratore aggiunto di Roma, Giancarlo Capaldo. Il magistrato, infatti, seduto in prima fila, ha seguito fino all’ultimo l’incontro esprimendo un giudizio positivo sulla serata. Capaldo fino al 2012 responsabile della Direzione Distrettuale Antimafia di Roma è procuratore aggiunto presso la Procura della Repubblica oltre che responsabile del pool antiterrorismo per lungo tempo.

Ha condotto alcune delle inchieste più importanti degli ultimi anni, dall’ingresso del leader curdo Ocalan in Italia ai crimini contro l’umanità di Pinochet, da Lady ASL ad Emanuela Orlandi, dal caso Marrazzo alla P3, da Fastweb-Telecom a Finmeccanica, dal recupero della Tavola Doria di Leonardo al caso dei due Marò in India, senza dimenticare le numerose indagini contro la criminalità organizzata sul territorio laziale. Ha scritto il libro “Roma mafiosa” edito da Fazi editore.

E’ stata una serata in relax, un piacevole incontro che ho seguito con molto interesse” si è confidato Giancarlo Capaldo con il padrone di casa, Renato Papagni.

Il prossimo appuntamento con Incontri d’autori a Ostia si terrà venerdì 20 luglio e sarà con un giornalista-scrittore. Dopo Massimo Lugli (con Andrea Frediani) e Marco Travaglio, l’appuntamento è con Giuseppe Di Piazza (ex capocronaca de Il Messaggero, direttore di Max e di Sette, attuale capocronista di Roma de Il Corriere della Sera) che presenta il suo romanzo “Malanottata”. Stabilimento Le Dune, Lungomare Duilio, 22, ore 20,30.

Share This